Storia dell'Olivo - OLIFE - FOGLIE DI OLIVO - INFUSO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia dell'Olivo

L'Olivo grazie alle proprietà benefiche delle sue foglie l’Ulivo è chiamato «Albero della Vita» e Regina delle Piante Medicinali proprio per la sua capacità di vivere per millenni senza bisogno di cure o pesticidi. Olivi centenari, inoltre, possono essere estirpati, trapiantati, trasportati per migliaia di chilometri e attecchiranno sempre e ovunque. Perché? Perché nelle sue linfe scorrono sostanze attive uniche al mondo, come l’oleuropeina, che lo proteggono e lo mantengono vitale nel tempo. Molecole che la scienza sta studiando per offrirle al mondo. E’ definito anche “regina delle piante” perché è la pianta più studiata al mondo, con oltre 16.500 studi scientifici che ne accertano le proprietà benefiche. Questi studi, inoltre, hanno scoperto che il segreto della sua resistenza e longevità sta nelle foglie. I numerosissimi studi sviluppati in quasi mezzo secolo indicano un notevole interesse per queste foglie che sono destinate ad un importante sviluppo nel segmento erboristico, non ci sono altre piante con simili caratteristiche. L’olivo, questa portentosa pianta cardine della dieta mediterranea è stata riscoperta e rivalutata in tutto il mondo.

Da 6000 anni l’ulivo è venerato e rispettato sia per l’olio che per i benefici delle sue foglie: Mesopotania, Egitto, Grecia, Roma, Medioevo. L’ulivo ha sviluppato nei millenni molecole importanti per la sua sopravvivenza in ambienti selvaggi le popolazioni contadine usano da millenni gli infusi di foglie d’ulivo come rimedio naturale per tante malattie.

L’olivo è una pianta antichissima, la sua storia e quella dell’uomo sono legate da oltre 7.000 anni. Testimonianze dell’importanza di questa pianta nella vita dell’uomo sono presenti in diverse civiltà e religioni. Nella Bibbia il ramoscello d’ulivo è (insieme all’arcobaleno) il simbolo della pace tra Dio e gli uomini dopo il diluvio universale. La Bibbia - Ezechiele 47.12: “Sulle rive del Giordano crescono degli alberi che non perdono mai le foglie i cui frutti sono cibo e le foglie medicina ”
L’ulivo e l’olio compaiono anche nel Corano: “Dio è la luce dei cieli e della terra. La sua luce è come una nicchia, in cui si trova una lampada (...) il suo combustibile viene dall’olio di un albero benedetto, un Olivo ”. Il Corano - (Abu Na’im): “Mangiate l’olio d’oliva e applicatelo localmente, poiché esso è una cura per 70 malattie, anche la lebbra”

La mitologia greca attribuisce la creazione di questo albero ad Atena, dea della Sapienza. In una competizione con il dio Poseidone per diventare la divinità protettrice di Atene, la dea fece sorgere una pianta di ulivo da una roccia per donarla agli ateniesi, mentre Poseidone fece comparire dalla foresta un nuovo animale: il cavallo. Gli ateniesi scelsero l’ulivo, perché il cavallo rappresentava la guerra mentre la nuova pianta avrebbe garantito loro olio, legname e luce e quindi abbondanza e pace. L’ulivo è originario del Mediterraneo Orientale, le tracce più antiche sono state trovate ad Haifa in Israele e risalgono al V millennio a.C. Le tecniche di coltivazione e di produzione dell’olio
extravergine d'oliva vennero invece messe a punto prima dai greci e poi dai romani e rimasero sostanzialmente invariate per secoli. Anche la diffusione della pianta si deve ai greci che, nella loro espansione, portarono l’ulivo in tutti i paesi della Magna Grecia, ed ai romani che fecero lo stesso portando la coltivazione dell’ulivo fino in Francia e Spagna. In queste aree, così come in Italia, l’ulivo trovò condizioni climatiche tali da diventare facilmente e ben presto parte integrante del paesaggio. Gli utilizzi dell’olio d’oliva sin dall’antichità sono stati i più vari, infatti anche se il ruolo più importante lo riveste nell’alimentazione per la cottura dei cibi e come condimento, l’olio di oliva è anche stato un componente dei cosmetici più antichi, è stato da sempre utilizzato come medicamento, come combustibile e nei riti religiosi. Fin dai tempi più remoti l’olivo fu considerato “divino”, un simbolo trascendente di spiritualità e sacralità, sinonimo di fertilità e rinascita, di resistenza alle ingiurie del tempo e delle guerre, simbolo di pace e valore. L’ulivo rappresentava nella mitologia, come nella religione, un elemento naturale di forza e di purificazione.

Perchè acquistarlo?


Ricorda che il prodotto si acquista direttamente dal SITO UFFICIALE  a totale garanzia per l'acquirente.

Per assistenza all’acquisto o informazioni, oppure se hai qualsiasi dubbio, non esitare a contattarci
Per informazioni o assistenza

olife proprietà
 
  ACQUISTA ORA
Copyright 2021. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu